Come leggere (…o scrivere) un Curriculum Vitae

Come leggere (…o scrivere) un Curriculum Vitae

Un curriculum dice molto di una persona, molto più di quanto si possa pensare. Basta solo saperlo leggere o, dal lato opposto, saperlo scrivere.

Indipendentemente dai formati europei che restano comunque la base per una buona presentazione, ci sono alcune voci che spesso vengono trascurate sia da chi lo compila che da chi lo legge e che, invece, sono forse le più importanti.

Queste voci infatti svelano i tratti comportamentali di un candidato e ne indicano la personalità. Da qui possiamo capire la capacità di lavorare in team, l’apertura al pubblico, la precisione, l’ordine ecc…

La foto.

La foto di un curriculum dice tantissimo di una persona. Non è interessante tanto per l’aspetto fisico (a meno che non stiamo selezionando una modella o un modello) ma quanto perché la foto rispecchia come il candidato stesso si vede proiettato nel mondo del lavoro.  E’ il modo un cui percepisce ed immagina il suo ruolo all’interno dell’azienda.

Guardare la foto con un occhio critico, pertanto, svelerà molto delle aspettative e delle aspirazioni del candidato e ci fornirà il primo input per capire se è in linea con il tipo di persona che stiamo cercando.

Da qui, saltiamo a piè pari fino alle ultime nozioni del Curriculum.

Capacità e competenze sociali

Qui, è importante notare quanto il candidato scrive, oltre che cosa scrive. Quando le relazioni sociali non sono ritenute importanti, infatti, questa sezione è piuttosto scarna, riempita con frasi fatte o, a buon bisogno, eliminata del tutto!

Come anche indicato in un nostro recente post, il fattore “umano” è fondamentale in qualunque membro di un team!

Un’apertura sociale comporta una maggiore facilità di integrazione e di interazione e spesso quanto migliore è il clima in ambito lavorativo, tanto più fluido scorre tutto il business.

Competenze artistiche e hobby

Sicuramente, una delle cose che più ci incuriosisce guardare in un curriculum sono le due ultime voci, ma ne conosciamo davvero l’importanza?

Tutti scrivono che gli piacciono i film, leggere (e spesso non è vero…!!!) e la musica. Ma chi non ama queste cose!

Qui vengono a galla, o dovrebbero, le vere passioni del candidato e l’aspetto più importante della sua personalità. Chi ama la moda sarà sicuramente una persona sempre curata, e magari indicata per un ruolo di rappresentanza; un artista (musicista, pittore o fumettista che sia) tenderà ad avere una buona creatività; una persona sportiva si troverà meglio in un lavoro attivo e magari soffrirà un po’ di più dietro ad una scrivania.

Uno dei segreti per far funzionare un business è avere i propri dipendenti e collaboratori felici di fare il proprio lavoro, ed è quindi importante scegliere un candidato (o proporsi per un ruolo) cercando una buona affinità tra le caratteristiche del tipo di lavoro e le inclinazioni della persona che dovrà svolgerlo.

Ci sono altri fattori che credi siano importanti, oltre alle Competenze tencihe? Faccelo sapere e lascia un commento.

By |2016-12-09T18:29:51+00:0024 aprile 2013|How to...|2 Comments

About the Author:

Esperto in Start-Up, Branding, Creazione e Sviluppo di Franchising. Founder, CEO e Executive Director in ReStore, impresa dedita allo sviluppo di start-up e franchising.

2 Comments

  1. alex 22 maggio 2013 at 17:26 - Reply

    Grazie per il vostro articolo, mi sembra molto utile, prover

  2. […] spiega un concetto fondamentale nella scelta del personale, in linea anche con quanto scrivevo in un post di qualche mese fa sui curriculum […]

Leave A Comment