Come lavorare con il tuo Partner

Non c’è niente di più bello che chiudere una giornata di lavoro e tornare a casa dal proprio Partner. Raccontarsi come è andata, cosa si è fatto e, magari, qualche pettegolezzo da ufficio…

Tutto da manuale, no? Non proprio…

Infatti, sempre più coppie stanno decidendo di intraprendere una vita lavorativa insieme, soprattutto nel momento in cui decidono di mettersi in proprio. Il ragionamento è semplice, “Perché pagare uno stipendio ad un dipendente se possiamo lavorare in due nell’attività?”

Ecco quindi che sempre più spesso le coppie si vedono insieme, oltre che a casa, anche a lavoro ed è una situzione che si sta estendendo a macchia d’olio. Non che la cosa possa essere un problema, anzi! Ma con un paio di linee guida possiamo prevenire tanti piccoli problemi.

Stabilite prima ruoli e regole.

Prima di iniziare la vostra attività, sedetevi insieme e stabilite i vostri ruoli e le regole di base. Il rischio infatti è che sentendovi “come a casa” certe dinamiche lavorative vengano a cadere. In ogni lavoro ci sono ruoli e regole, ed il vostro non deve fare eccezione.

Lasciate il lavoro fuori casa.

Avete concluso la vostra giornata? Staccate la spina ed iniziate la vita di coppia. Questa regola vale anche quando si lavora in posti diversi, ma in questo caso è più importante. Prendetevi dello spazio per voi e, se vi viene qualcosa in mente mentre siete a cena fuori, appuntatelo e parlatene l’indomani!

Non può esistere solo il lavoro, perché in quel caso non esisterebbe più la coppia!

Bisogna saper cedere.

Quanti compromessi accettereste nel lavoro di tutti i giorni? Con il vostro capo o i vostri colleghi il compromesso è una costante. Bene, questa situazione non fa certo eccezione.

Non dovete mai dimenticare che, anche se siete con il vostro Partner, siete sempre a lavoro ed in questo caso capire quando è il momento di cedere è ancora più importante.

Non sottovalutate il tuo Partner!

Tendiamo tutti a sottovalutare l’opinione o l’operato di una persona con la quale abbiamo molta confidenza. E’ naturale, ma è comunque un grosso errore.

Dovete cercare di essere obbietivi con voi stessi e valutare se, magari, siete voi a sminuire ogni idea, proposta o operato. Provate a chiedervi: “Se me lo avesse proposto qualcun altro, gli avrei dato credito?”; “Se l’idea fosse stata di un altro, come l’avrei giudicata?”.

E tu? Lavorai già con il tuo Partner? Se hai altri consigli, postaceli in un commento…

 

By | 2016-12-09T18:29:51+00:00 2 maggio 2013|How to..., Leadership, Start-Up|0 Comments

About the Author:

Esperto in Start-Up, Branding, Creazione e Sviluppo di Franchising. Founder, CEO e Executive Director in ReStore, impresa dedita allo sviluppo di start-up e franchising.

Leave A Comment