Una delle domande più comuni e frequenti che ci vengono rivolte da chi vuole aprire una attività è: “…perché dovrei aprire un negozio in franchising?“. Ebbene, per rispondere all’eterno dilemma che affligge molti startappisti, dobbiamo tenere in considerazione 5 semplici punti:

1. Non ti occorre alcuna esperienza

Il franchising è forse la migliore soluzione, se vuoi intraprendere una nuova attività in un settore sconosciuto. In questo modo puoi decidere di addentrarti in ogni mercato che ti stuzzichi, senza preoccuparti eccessivamente di ogni dettaglio.

Alla base di ogni contratto di franchising, infatti, c’è la trasmissione di un know-how (un saper fare) che serve proprio a fornire all’affiliato tutte le informazioni necessarie per avviare e gestire una determinata attività, in un determinato settore ed con delle modalità già consolidate. Questo know-how deve essere trasmesso con la consegna di un Manuale Operativo ed è spesso accompagnato ad un corso di formazione iniziale che introduce gli affiliati nei segreti del Franchisor.

2. Hai già una marca a disposizione…

…e la conosci prima di aprire! Questo non è un vantaggio da poco. Infatti, se vuoi aprire in proprio e non vuoi accontentarti di un negozietto scialbo e anonimo, dovrai necessariamente sviluppare un Brand adatto e acattivante, affidandoti a qualcuno che ne sia all’altezza.

In un franchising, questo è tutto già pronto, e ti viene presentato ancor prima di firmare il contratto di affiliazione! Hai la possibilità di valutare l’immagine del Franchising a cui aderire già prima di investire, scegliendo il marchio quasi come da un catalogo. Ovviamente, fermo restando che le condizioni di affiliazione siano convenienti!

3. C’è chi ti indirizza negli iter burocratici

Avendo già avviato un Punto Pilota, il Franchisor sa già come muoversi per richiedere tutte le autorizzazioni sanitarie e comunali necessarie all’apertura di quella determinata attività. Questo ti permetterà  a meno che tu non sia già del settore, di risparmiare un’infinità di tempo senza perderti tra i gli sportelli di ASL e comunali.

Insomma, con qualche indicazione vai a colpo sicuro!

4. Non devi occuparti del marketing

Se hai scelto un buon Franchisor, sarà lui ad occuparsi di campagne pubblicitarie, promozioni stagionali, social media marketing, web marketing, posizionamento e chi più ne ha più ne metta!

A te non rimarrà altro che seguire le indicazioni date e fare un po’ di pubblicità al tuo punto nel territorio che hai preso in esclusiva.

5. L’unione fa la forza!

Molti temono l’ingresso in un Franchising perché credono di perdere la loro individualità e di cadere in concorrenza anche con gli altri affiliati.

Se un Franchisor è ben impostato, il territorio che ti verrà concesso in esclusiva e la politica di gestione dei prezzi di vendita al pubblico garantiranno che questo non accada.

Se il prezzo sarà comune a tutti e l’area sarà abbastanza vasta da poterti garantire un buon bacino d’utenza, l’appartenenza ad un gruppo potrà solo giovarti perché la migliore forma di pubblicità per una attività, il passaparola, avrà un effetto ancor più importante se ben condiviso tra tutti gli affiliati.