6 Modi per Aumentare la tua Produttività

Che tu sia in avviamento o meno, se vuoi accrescere la tua produttività senza aumentare eccessivamente il tuo lavoro,  ci sono 6 punti che dovresti tenere presente.

Sono piccoli accorgimenti da apportare alle nostre abitudini per far si che la produttività aumenti e, a buon bisogno, accresca anche la qualità del nostro lavoro.

1. Usa una agenda digitale

Per quanto possa sembrare ovvio, sono molte le persone che ad oggi lavorano con una agenda cartacea o, ancora peggio, non la usano proprio!

Il vantaggio di una agenda digitale quale iCal o Google Calendar è quello di avere sempre sotto controllo, con un click, l’andamento della giornata, della settimana o del mese, in base al periodo che stiamo organizzando. Peraltro, abbiamo la possibilità di risparmiare tempo modificando gli appuntamenti con un “drag and drop”, eliminandone uno con un semplice tasto o mandando inviti direttamente i vari contatti, controllando rifiuti e conferme direttamente in agenda.

Provare per credere!

2. Organizza il tuo lavoro giornalmente

Il lavoro non è fatto solo di appuntamenti, ma di tante e tante piccole attività da svolgere ogni giorno (contabilità, telefonate, mail, fatture, pubblicità ecc…).

Appena arriviamo in ufficio, sarebbe buona norma prenderci 5 o 10 minuti per guardare l’agenda del giorno e organizzare, intorno ad eventuali appuntamenti o impegni prefissati, tutte le task di cui dovremo occuparci, suddividendo gli spazi della nostra giornata e dedicandoci a determinate attività nei tempi che stabiliremo.

Un’attività organizzata è per definizione una attività più produttiva!

3. Chiudi Facebook e Twitter

Inutile dirlo, alla fine tutti cadono nella trappola dei Social, magari anche solo con la scusa di distrarsi 5 minuti. Non è raro in questi casi ricevere un contatto chat di un amico o perdersi tra i post del giorno, arrivando a perdere davvero parecchio tempo e, cosa ancora peggiore, abbandonando la nostra attenzione in argomenti del tutto estranei al nostro lavoro!

Per quanto si possa pensare, ci vuole del tempo poi per riportare di nuovo ad un buon livello la nostra concentrazione sul lavoro.

Lasciamo quindi i Social Network al di fuori degli spazi lavorativi… e se dobbiamo fare Social Media Marketing, facciamoci un account ad hoc!

4. Imponiti degli “hard stop” quando necessario

Quando abbiamo una riunione o un appuntamento è buona norma stabilire un orario limite, entro il quale raggiungere una conclusione ed arrivare ad un punto. Questo ci permetterà di evitare che i partecipanti siano eccessivamente prolissi o distratti e spingerà la concentrazione di tutti a rimanere sul tema.

Una scadenza è sempre la migliore amica di una buona conclusione.

5. Prenditi le giuste pause

Anche staccare è importante. E’ comprovato che il cervello ha bisogno di tempo per riposarsi, anche durante la giornata lavorativa.

Stabilire dei ritmi lavorativi ci aiuterà a mantenere la nostra mente meno stanca possibile e lucida per più tempo. Se poi il ritmo è cadenzato e ripetitivo, allora è ancora meglio: stabiliamo una pausa pranzo simile ogni giorno o prendiamoci una pausa caffè quasi alla stessa ora, questo aiuterà la mente a concentrarsi nei momenti di lavoro.

6. Guarda quello che hai fatto, oltre a quello che hai da fare

Alla fine della giornata, della settimana, del mese, prenderci un momento per vedere quanto lavoro abbiamo prodotto ci aiuterà a spronarci ed aumenterà la nostra autostima.

Infatti, tendiamo sempre a guardare al lavoro ancora da fare, senza renderci conto di quanto invece abbiamo già fatto. Non c’è niente di più produttivo dell’entusiasmo derivato dal vedere quanto siamo stati capaci di portare a termine, e spesso ne rimarremo sorpresi!

(foto: nanaynen08 | Flickr)

By | 2016-12-09T18:29:49+00:00 22 luglio 2013|How to...|0 Comments

About the Author:

Esperto in Start-Up, Branding, Creazione e Sviluppo di Franchising. Founder, CEO e Executive Director in ReStore, impresa dedita allo sviluppo di start-up e franchising.

Leave A Comment