Qual’è il momento migliore per aprire una attività?

Innanzitutto dobbiamo specificare cosa intendiamo per “momento”. Molti si pongono questa problema riferendosi al “momento storico” come a dire: “E’ il momento giusto per mettermi in proprio?”” Sto aspettando il momento giusto per avviare la mia attività!”. Ebbene, non è questo il punto.

Si, perché ogni “momento storico” può essere migliore o peggiore rispetto a quelli che stanno arrivando e, a meno che tu non conosca l’alta finanza o non sia un medium esperto, è davvero difficile riuscire a prevedere rilevanti mutamenti di mercato nel breve periodo. Quindi, assodato che tutti i più grandi imprenditori ci ripetono sempre di prendere coraggio e lanciarci nel mercato (ma non alla cieca!), diamo per assodato che ogni “momento storico” sia più o meno valido, altrimenti rischieremo di restare in perenne attesa di chissà cosa.

Quello che ci interessa qui, invece, è il periodo dell’anno, la sinusoide del mercato di riferimento, la sincronia con l’andamento ciclico… insomma, quando è meglio aprire nell’arco di un anno?

A prima vista, può sembrare irrilevante, ma posso confermare, per esperienza personale, che cogliere il giusto momento per entrare in un mercato può fare una grande differenza sull’avviamento dell’impresa e sui costi iniziali. E’ un po come quando ti trovi nella corsia di immissione della circonvallazione di una grande città: non puoi chiudere gli occhi e buttarti nella mischia perché così l’incidente è assicurato! Devi osservare il flusso del traffico, capirne l’andamento ed aspettare il momento giusto per immetterti.

Nel mercato è un po’ la stessa cosa. Prima abbandonarsi all’euforia dell’inaugurazione, è opportuno dare uno sguardo all’andamento del mercato per capirne i clicli annuali, le stagioni migliori e calcolare il periodo più azzeccato per partire. Ora, finché si tratta di un kiosko di gelati o di un negozio di alberi di natale la cosa risulta abbastanza intuitiva, ma se non conosci già il mercato in cui stai entrando, vale la pena spendere un po’ di tempo per capirne il movimento.

Non che debba trascorrere un anno intero per capirci qualcosa… Basterà informarsi usando i giusti canali:

  • Non essere timido e chiedi informazioni a chi è già in quel settore;
  • Mettiti dalla parte del cliente; in quale stagione o periodo avresti bisogno di quel prodotto o servizio?
  • Valuta se la tua attività ha delle caratteristiche tipicamente stagionali;
  • Mantieniti obiettivo e non farti prendere dalla foga di aprire!
  • Chiedi il parere di un esperto;
  • Non dimenticare che Google, se usato per bene, è uno strumento molto potente.

Ti basteranno queste piccole accortezze per capire quando lanciarti in un nuovo settore e risparmiare così un bel po di capitale grazie al rapido avvio della tua nuova (sincronizzata) attività.

(foto: Dorli Photography | Flickr)

By | 2016-12-09T18:29:48+00:00 7 agosto 2013|How to..., Start-Up|0 Comments

About the Author:

Esperto in Start-Up, Branding, Creazione e Sviluppo di Franchising. Founder, CEO e Executive Director in ReStore, impresa dedita allo sviluppo di start-up e franchising.

Leave A Comment