Come Delegare il tuo Lavoro

Come Delegare il tuo Lavoro

Se hai già una Start-Up tra le mani da un po’ di tempo, ti sarai sicuramente imbattuto in qualche problema organizzativo. Il lavoro cresce, la tua idea funziona, ma ad un certo punto non riesci più a fare tutto da solo… Panico!

A meno che tu non abbia già avviato altre Start-Up, ormai divenute grandi aziende, ti troverai sicuramente a doverti scontrare con la necessità di impostare il lavoro in modo da non sobbarcarti di tutto, ma affidandoti ad altri collaboratori andando a creare un vero e proprio team.

Per quanto molti siano restii nel delegare, arriva sempre un momento in cui diventa necessario. Non che questo sia un male! La nostra Start-Up sta crescendo e dobbiamo iniziare a strutturarla. In breve: delegare è uno dei segreti fondamentali per lo sviluppo di ogni Start-Up!

Immagina cosa sarebbe successo a Jobs e Wozniak se non avessero deciso di delegare qualche compito. Forse oggi la Apple sarebbe ancora un laboratorio amatoriale in un garage di Los Altos! O prova a pensare alla Virgin, una impresa familiare in cui Richard Branson fa l’istruttore di aerei da turismo di mattina, insegna fitness nel pomeriggio e la sera mixa musica in discoteca… Ovviamente oggi sembra impossibile, eppure ogni grande azienda nasce da una semplice Start-Up e si è trovata di fronte al tuo stesso problema: Come delegare in maniera efficace?

Beh, ecco qualche dritta:

1. Trova le persone giuste

E’ sicuramente il primo passo. Non accontentarti di prendere il primo che passa e di inserirlo all’interno della tua struttura. Soprattutto all’inizio, chi assume un compito è importante tanto quanto cosa dovrà svolgere. Scegli persone dinamiche e con un profilo adatto, qualcuno che abbia una scintilla in più, che possa apportare qualcosa e che non sia semplicemente alla ricerca di un posto da semplice impiegato.

2. Delega quello che padroneggi

Quando deleghi qualunque compito, deve necessariamente essere qualcosa che già conosci a fondo. Per te sarà molto più facile riuscire a capire come il tuo collaboratore sta svolgendo il suo compito e ti basterà un colpo d’occhio per trovare eventuali problemi.

3. Stabilisci degli standard ed un metodo preciso

Prima di delegare un compito, prepara con cura ogni passaggio, standardizzalo e definisci ogni aspetto. Chi si assume un compito dovrà avere chiaro in mente cosa fare e ricevere da te tutti gli strumenti necessari e già collaudati. Ricorda, ciò che per te può essere intuitivo, non è detto che lo sia per gli altri.

4. Controlla, ma non troppo!

Trovare la giusta misura nel controllo non è cosa semplice, ma è davvero importante. Controllare troppo poco vuol dire rischiare qualche brutta figura, un disservizio o, ancora peggio, un brusco calo di qualità, tutte cose terribili per una Start-Up. Viceversa, se starai troppo con il fiato sul collo dei tuoi collaboratori, questi non si sentiranno mai responsabili per i compiti assegnati e tu perderai molto più tempo rispetto a quello che avresti impiegato per svolgerli tu stesso.

(foto: Michael J Mandeville | Flickr)

By |2016-12-09T18:29:48+00:009 agosto 2013|Leadership, Start-Up|0 Comments

About the Author:

Esperto in Start-Up, Branding, Creazione e Sviluppo di Franchising. Founder, CEO e Executive Director in ReStore, impresa dedita allo sviluppo di start-up e franchising.

Leave A Comment