Sir Richard Branson è il fondatore della Virgin Group, una impresa che sicuramente conoscete come etichetta musicale, compagnia aerea, palestra o per uno degli altri servizi in cui è tra i migliori nel settore.

Qualche giorno fa ha rilasciato su LinkedIn un piccolo post in cui spiega un concetto fondamentale nella scelta del personale, in linea anche con quanto scrivevo in un post di qualche mese fa sui curriculum vitae.

La Personalità è la chiave

Sir Branson consiglia di scegliere le persone da assumere in un team innanzitutto in base alla personalità: “La prima cosa da trovare quando sei alla ricerca di un buon candidato è qualcuno con una personalità affine alla cultura della tua impresa. Molte abilità possono essere apprese, ma è difficile modificare la personalità.”

Non è semplice carpire la personalità di un candidato solo in un’intervista; molti possono essere persone valide ma timide. Puoi però sicuramente basarti sulla tua esperienza e sul tuo intuito per cercare di capire se se hai di fronte una persona più o meno affine alla tua cultura aziendale.

La Versatilità prima della qualifica

Branson continua dicendo che “la personalità è la chiave.

[…] Se sei soddisfatto della personalità, allora puoi guardare all’esperienza ed alla competenza”.

Secondo fattore importante da cercare nelle qualità di un candidato secondo Branson è la versatilità: “Anche se la specializzazione a volte è necessaria, la versatilità non dovrebbe essere sottovalutata.” – continua – “Alcuni manager si fanno influenzare dalle qualifiche. Io mi ci soffermo solo dopo aver visto tutto il resto”.

(foto: Jarle Naustvik | Flickr)