3 Cose che Possiamo “Rubare” a McDonald’S

Proprio oggi, mentre McDonald’s sta cedendo la titolarità del suo network in China, è in uscita il nuovo film “The Founder“, basato sulla storia di Ray Kroc, un venditore di frullatori che ha saputo usare il suo intuito per trasformare un piccolo fast-food in una delle imprese più importanti d’America… e del mondo.

 

Ma quali sono le strategie chiave che hanno portato questo Brand ad un successo così vesto? Beh… sicuramente non sono poche, ma tra queste, 3 sono state davvero magistrali.

1. Brand sempre aggiornato

Ne ha passate tante il Brand di McDonald’s, prima di diventare lontanamente simile a come lo conosciamo. Soprattutto prima del 1952, quando nacquero i famosi archi dorati. Questi furono inseriti da George Dexter nell’architettura di uno dei locali in modo tale che da una certa angolazione formassero una “m”, la stessa “m” che oggi caratterizza l’inconfondibile logo McDonald’s.

Nonostante questo, è evidente come l’evoluzione della stessa “m” sia andata avanti nel tempo, adeguandosi al trend o rispondendo alle crisi di mercato, come per il cambio del rosso al verde avvenuto a seguito di un periodo di attacchi prolungati alla qualità del cibo servito nei fast-food.

2. Vendi un’emozione, non un prodotto

E’ una strategia che si usa spesso quando sei nell’occhio del ciclone con attacchi continui sulla qualità del tuo prodotto… ma dovrebbe essere la regola in ogni situazione, semplicemente perché funziona.

Non per niente lo slogan “I’m loving it” è stato studiato per essere molto generico e tende a riferirsi all’esperienza McDonald’s, più che ai suoi panini. La verità è che generalmente non importa cosa andiamo a mangiare… se andiamo da McDonald’s ci andiamo semplicemente… per andare da McDonald’s! Nel nostro immaginario è stato creato un senso di felicità, di divertimento e di benessere associato al marchio stesso. Scommetto che basta anche solo scriverla per farvela tornare in mente… ta ra ta ta taaa!

Ecco la potenza della comunicazione ben studiata.

 

3. Standardizza i tuoi processi

Quanto più riesci a standardizzare un processo produttivo, maggiore sarà la replicabilità del tuo format, permettendoti di massimizzare la produzione con il minimo sforzo.

Questo del resto è alla base del franchising ma… ahimè, non tutti i franchisor l’hanno capito.

In ogni McDonald’s di ogni paese, nazione o città il menù è pressoché uguale (salvo piccole variazioni) e questo permette alla Casa Madre di replicare il proprio format ovunque.

In pratica è come scrivere un libro: ne scrivi una copia, ne vedi 100!

By |2017-01-30T14:43:09+00:0012 gennaio 2017|Franchising, Marketing|0 Comments

About the Author:

Esperto in Start-Up, Branding, Creazione e Sviluppo di Franchising. Founder, CEO e Executive Director in ReStore, impresa dedita allo sviluppo di start-up e franchising.

Leave A Comment