Chloe, 7 anni, si candida per lavorare da Google e il CEO risponde

Quando dietro alle spalle hai un padre capace di sognare con te, puoi ricevere una risposta da Sundar Pichai, CEO di Google, per la tua candidatura… anche se hai solo 7 soli anni.

Chloe Bridgewater è una bimba americana che ama i computer, sa usare il tablet ed è rimasta affascinata dal fatto che alla Google ci si può sedere “sulle bean-bags, andare giù con gli scivoli e girovagare con i go kart” e, come molti, vorrebbe entrare a far parte del team di Big G.

“Ho 7 anni, e le mie maestre hanno detto alla mia mamma e al mio papà che sono molto brava. […] Papà mi ha detto che se continuo così un giorno potrò avere un lavoro alla Google.”

Ad un candidatura così, non poteva mancare una risposta altrettanto degna di nota da parte di Pichai, che recita più o meno così:

Cara Chloe, grazie mille per la tua lettera. Sono felice che ti piacciano i computer e i robot e spero continuerai a studiare e ad imparare la tecnologia. Credo che se continuerai a lavorare sodo e a seguire i tuoi sogni, potrai realizzare tutto ciò che ti prospetterai – da lavorare alla Google fino a nuotare alle Olimpiadi. Non vedo l’ora di ricevere la tua job application quando avrai finito la scuola! :)

Che dire? Brava la piccola Chloe, bravo Pichai nella sua risposta, ma davvero bravo papà Bridgewater a far credere a sua figlia che tutto le sia possibile!

By | 2017-02-16T18:37:10+00:00 16 febbraio 2017|Attualità, Persone|0 Comments

About the Author:

Esperto in Start-Up, Branding, Creazione e Sviluppo di Franchising. Founder, CEO e Executive Director in ReStore, impresa dedita allo sviluppo di start-up e franchising.

Leave A Comment