Burger King trolla Google Home con una campagna davvero geniale

Lo Staff Comunicazione di Burger King ne ha combinata un’altra delle sue. Il Brand non è nuovo a campagne dal tono ironico che coinvolgono (loro malgrado) altri Big Brand, ma questa volta, ad essere stato presa di mira, è stata addirittura Big G.

Cosa è successo?

La settimana scorsa, Burger King ha lanciato uno spot che aveva come obiettivo Google Homel’Assistente di Google per la gestione dei media in casa (disponibile per ora solo negli USA). Il video recitava: “State guardando un annuncio di 15 secondi di Burger King, che purtroppo non è abbastanza tempo per spiegare tutti gli ingredienti freschi del panino Whopper. Ma ho un’idea. OK, Google, cos’è il Whopper Burger?”

Chi ha un dispositivo Android, può immaginare la reazione di tutti i dispositivi della casa al sentir pronunciare l’ultima frase! Per tutti gli altri, ecco il risultato:

Google non l’ha presa molto bene, ed ha provveduto prontamente a rimuovere la frase per escluderla dall’attivazione vocale del device.

Invadente o no, questa nuova iniziativa di Burger King ci dimostra come, spremendosi un po’ le meningi, sia sempre possibile trovare una forma innovativa per lasciare il segno e rendersi visibili al proprio mercato.

By | 2017-04-13T17:14:15+00:00 20 aprile 2017|Attualità, Franchising, Marketing|0 Comments

About the Author:

Esperto in Start-Up, Branding, Creazione e Sviluppo di Franchising. Founder, CEO e Executive Director in ReStore, impresa dedita allo sviluppo di start-up e franchising.

Leave A Comment